lunedì 6 ottobre 2014

A Demetrio Nunnari il Premio Internazionale "Calabria 2014" di Letteratura, Giornalismo e Scienze.

Seguita a riscuotere unanimi consensi il saggio di Demetrio Nunnari Dalla parte del bene e del male. R.L. Stevenson e J. Conrad. Note a margine di una lettura (Enter Edizioni, Cerignola 2012). Dopo il prestigioso Premio "Mario Soldati 2012" di Torino ed il "Lord Glenn 2013-14" di Udine, adesso l'altrettanto lusinghiero riconoscimento tributatogli alla 52° edizione del Premio Internazionale "Calabria 2014" di Letteratura, Giornalismo e Scienze. Già nel lontano anno 2000, ai suoi esordi, Nunnari aveva vinto lo stesso certame con una tesi di laurea sulla superstizione nella letteratura russa dell'Ottocento, e torna oggi a doppiare il successo con un saggio edito. Il Premio Internazionale "Calabria" - del Circolo di Cultura e Relazioni Internazionali di Villa San Giovanni, diretto dal Prof. Giuseppe Morabito - è stato conferito, dalla sua fondazione ai giorni nostri, alle personalità più illustri della cultura internazionale. Fra questi, per citarne alcuni, Giuseppe Petronio (critico letterario e storico), Giuseppe Fava (giornalista e scrittore), Ettore Lo Gatto (slavista), Ezio Raimondi (filologo, saggista, critico letterario), Domenico De Masi (sociologo), Francesco Sabatini (Presidente Onorario dell'Accademia della Crusca), Raffaele La Capria (scrittore e sceneggiatore) e, ancora, Heinrich Boll (Premio Nobel per la Letteratura), Roland Barthes (semiologo) e Ilya Prigogine (Premio Nobel per la Chimica). Il saggista messinese, dunque, non può che ritenersi immensamente onorato dalla compagnia di tanto illustri predecessori. La cerimonia di premiazione del "Calabria 2014" si terrà Venerdi 24 Ottobre 2014 presso il Salone delle Feste dell'Hotel de la Ville di Villa San Giovanni (RC).
Qualche cenno, invece, vorremmo dare sul saggio di Demetrio Nunnari. A dispetto di quanto sembrerebbe trasparire dal titolo (v. sopra), non si tratta di un'indagine dal taglio teologico o filosofico sull'eterno dissidio fra il bene e il male. Piuttosto, la sua è una lettura su piano ontologico; una vera e propria "fenomenologia" del personaggio alla ricerca del proprio sé, attraverso alcune delle opere più celebrate di Stevenson e Conrad; scrittori che rappresentano, in tal senso, due tappe significative di "un percorso affascinante, forse mai compiuto una volta per tutte" [C. Natoli; Centonove, 13/11/2012].

Pianista, critico musicale e letterario, saggista, Demetrio Nunnari partecipa ad un seminario del M.ro Aldo Ciccolini (1992) e consegue il Diploma di Pianoforte presso il Conservatorio di Musica "A. Corelli" di Messina (1994). Allievo dei Proff. P.A. Zveteremich (che tradusse in prima mondiale il Dottor Zivago di B Pasternak) e B.V. D'Ajetti, è Dottore con lode in Lingue e Letterature Straniere (Specialista in Lingua e Lettteratura Russa; 2000). Riceve, per il suo operato in campo culturale, numerose attestazioni di merito: "Diploma d'Onore" al XV Concorso di Musica "A.M.A. - Calabria" (1992), Premio Internazionale "Calabria 2000" di Letteratura, Giornalismo e Scienze (per una tesi di laurea), Premio Letterario "Nunzio Giordano Bruno" (saggistica; 2001), Premio Letterario Internazionale "Il Convivio" (per la traduzione russo-italiano; 2003), Premio di Poesia Dialettale e Prosa "Nino Martoglio" (narrativa; 2003), Premio Letterario Nazionale "Franz Anton Messmer" (saggistica; 2003), "Diplome de Mérite" del prestigioso Tournoi International de Musique" diretto dal M.ro Filippo Michelangeli (critica musicale; 2004), Premio Letterario "Mario Soldati" (saggistica edita, 2012), Premio Letterario "Lord Glenn" (saggistica edita; 2014), Premio Internazionale "Calabria" di Letteratura, Giornalismo e Scienze (saggistica edita; 2014), Premio "Pannunzio" (Giornalismo e critica musicale edita, 2015), Premio Internazionale Letterario Artistico "Ambiart" (Giornalismo e critica musicale edita, 2015). Presidente dell'Associazione "Mafarka" (2002-2009), ha collaborato con il mensile "L'Eco del Sud" (2002-2012), con periodici, riviste d'arte ed associazioni culturali e fatto parte di giurie di concorsi nazionali (Premio Pianistico e di Musica da Camera "R. Schumann", VIII Ed., Premio Letterario "N.G. Bruno, Ed. 2002 & 2003, Premio di Prosa e Poesia ASAS 2015). Ottiene nel 2003 una Borsa per uno Stage presso l'Università Statale di San Pietroburgo (C.S.I.) ed è, in seguito, Docente di Lingua Inglese, Lingua Russa, Analisi del Testo Letterario e Storia della Musica presso l'Università T.E. di Messina. Primo in Italia, traduce dal russo e pubblica un racconto di M.E. Saltykov-Scedrin [Il Convivio, 2003]. Consegue, successivamente, i Master in "Didattica della Letteratura Inglese", "Didattica della Lingua Straniera" e Apprendimento e sviluppo della Lingua Straniera". Pubblica il saggio Dalla parte del bene e del male. R.L. Stevenson e J. Conrad. Note a margine di una lettura [Enter Ed., Cerignola 2012]. Dal 2002 è Docente di Lingua Inglese.
      

Nessun commento:

Posta un commento